Etichettato: che guevara

Re-post – 9 Ottobre, di certo non un giorno come gli altri

Da beatlessiano (si scrive cosi?) e soprattutto da lennoniano (questa l’avrò inventata io!) oggi non si può non dire qualcosa. Ma qualcosa l’ho detta anche l’anno scorso e quindi ripropongo quella e magari più tardi posterò un “Canzoni da vivere” a tema.

Ricordo che se piacciono i Beatles piacciono gli anni ’60 e l’area che in quegli anni si respirava. Se piacciono gli anni ’60 oltre che di John Lennon si è obbligati a parlare pure di Che Guevara. Da questa considerazione è nato il post dell’anno scorso.

Eccolo.

9 Ottobre, di certo non un giorno come gli altri.

9 Ottobre, di certo non un giorno come gli altri

Oggi domenica 9 ottobre tutto sembra come tutti gli altri giorni. Meritata domenica di riposo dal lavoro, di riposo dalle partite di campionato. È il 9 ottobre ma potrebbe benissimo essere il 10, o l8. Invece è il 9 e già al mattino accendendo la radio, guardando la Tv o navigando su internet, ti accorgi che oggi ci sono delle ricorrenze da ricordare. Due ricorrenze legate a due personaggi simbolo del secolo scorso. Il 9 ottobre 1940 nasceva John Lennon. Il 9 ottobre 1967 moriva Ernesto Che Guevara. Due ricorrenze opposte, due personaggi opposti. John Lennon e Che Guevara, divenuti leggenda e simbolo di un mondo, quello degli anni ’60 in cui dopo il dramma della guerra i sogni sembravano finalmente poter diventare realtà.

Uno un medico che ha dedicato la sua vita combattendo in prima persona per la libertà di diversi popoli. Il Garibaldi del ‘900, anche lui eroe dei due mondi.

L’altro rock star che ha voluto dire la propria su problemi sociali. Vittima di un omicidio proprio lui che predicava la non violenza.

Due facce della stessa medaglia. Lottavano ognuno a suo modo per la pace e la libertà. Indicavano però strade diverse. Uno consigliava la via delle idee sostenendo di poter fermare le guerre solo se lo si voleva, “War is over if you want it”. L’altro, invece, non esitava a prendere in mano il fucile o uccidere un compagno traditore per scacciare gli oppressori.

Di uno si ricorda la nascita. Dell’altro la morte.