NCT Il Canovaccio, un 2011 da ricordare

da “Epoca 88” – 15 dicembre 2011

Si chiude un anno di successi per la Nuova Compagnia Teatrale Il Canovaccio di Leonforte. Il 2011, in cui cade il decennale dalla fondazione della compagnia, è stato senz’altro un anno importante per i ragazzi: le fatiche dovute a numerose esibizioni e diverse trasferte, la voglia di mettersi sempre in gioco, la sfrontatezza di confrontarsi con palcoscenici importanti, sono state ripagate con premi e riconoscimenti in diverse rassegne tenutesi in giro perla Sicilia e non solo.

L’anno inizia con i festeggiamenti per il decennale in occasione del quale è stata allestita una mostra ed è stata messa in scena la commedia “La lettera di mammina” di Peppino De Filippo, in cui la NCT Il Canovaccio conferma la sua voglia di sperimentazione: la commedia viene totalmente rivista in chiave varietà anni ’60, inserendo canzoni e movimenti di gruppo che dimostrano una profonda conoscenza del mezzo teatrale.

Cominciano poi le trasferte. A febbraio sono a Catania con “Biscotti alle noci” di N. Criscione per la rassegna “Sipario Blu”. Ad Aprile al Teatro Garibaldi di Enna con “La lettera di mammina”. A Luglio prima a Cassibile (Sr) per la rassegna “Teatro sotto le stelle” e poi perfino ad Altamura (Bari) perla Festa Nazionale del Teatro Comico di nuovo con “Biscotti alle noci”.

La trasferta pugliese ha quel sapore anacronistico con attori, tecnici e costumisti che partono on the road alla conquista del continente addentrandosi per strade sconosciute e tornando speranzosi per il successo di pubblico ottenuto e con le auto piene del pane tipico di Altamura.

Ad agosto la NCT Il Canovaccio raccoglie quanto seminato: Sandro Rossino vince due premi per la Miglior regia, ad Altamura per “Biscotti alle noci” e a Milo per il Premio Angelo Musco per “La lettera di mammina”; in Puglia vince il premio “Oreste Lionello” per il miglior gradimento del pubblico, forse il premio più importante per una compagnia teatrale. I ragazzi collezionano pure numerose nomination per gli attori Sonia Inveninato, Sandro Rossino, Loredana Lo Pumo e Alessandro Todaro. E, infine, Azzurra Drago è stata tra i dieci giovani selezionati in tutta Italia per partecipare all’Accademia del teatro italiano, evento clou del F.I.T.A Festival (quest’anno tenutosi all’Isola d’Elba), e preparare lo spettacolo “Il Gabbiano di Jonathan Livingstone” con la regia di Daniele Franci.

Se il 2011 è stato glorioso, il nuovo anno è già pieno di impegni e si spera porterà altri successi: in programma esibizioni ad Agrigento e Catania a Dicembre e per il 2012 è già prevista una tappa a Messina e un nuovo spettacolo da presentare come sempre a Nissoria. Cosa bisogna aspettarsi non si sa (il titolo è ancora segreto) ma la NCT Il Canovaccio ha già dimostrato di voler sempre sperimentare nuove soluzioni e di spettacolo in spettacolo, di commedia in commedia, ha sempre stupito il suo pubblico. Di certo non ci si annoierà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...