Canzoni da vivere: Incontro

Il suonatore Jones nella canzone dice: “libertà, l’ho vista svegliarsi ogni volta che ho suonato”. Proprio cosi! Quando suoni ti senti libero, la musica ti trasporta in un’altra dimensione capace di farti ridere, di farti intristire, di farti pensare, di farti…vivere.

In un blog però non si suona, ma si scrive, si parla. E qui si parla di tutte quelle canzoni che ascoltarle sembra qualcosa di banale. Quelle canzoni che quando le senti iniziare all’interno di una playlist le cambi subito perchè non sei nello stato d’animo giusto per ascoltalre, sembra quasi di profanarle. Perchè certe canzoni non si ascoltano…si vivono. Da qui, dunque, il nome della rubrica.

Mi auguro di farvi conoscere e soprattutto farvi amare numerose canzoni, ma ancor di più spero in una vostra numerosa partecipazione con notizie su canzoni da me postate e consigli su canzoni da postare.
Prima di iniziare, una doverosa premessa:  qui non vi sono pregiudizi sui gusti musicali di nessuno, se una canzone fa emozionare fa emozionare e basta. Inoltre le canzoni inserite non seguono nessuna logica o nessun criterio preciso, solo il gusto del momento.

Ecco dunque la prima. Incontro di Francesco Guccini, dall’album Radici del 1972.
La canzone è autobiografica e parla di due vecchi amici, un uomo e una donna, che si incontrano dopo tanto tempo, “dieci anni da narrare l’uno all’altro“.

Lo stesso Guccini racconta che la sua amica Betty lo chiamò dicendo di volere raccontargli la sua triste storia, “come in libro scritto male lui s’era ucciso per natale“. In un primo momento fra i due riaffiorano i ricordi della gioventù che poi però lasciano il posto al racconto della donna. Nel testo viene espresso al meglio il suo bisogno di sfogarsi col caro amico che invece ha poco da raccontare: “povera amica che narravi dieci anni in poche frasi ed io i miei in un solo saluto“.

La profonda riflessione di Guccini giunge dal treno che lo allontana da Betty:

E pensavo dondolato dal vagone “cara amica il tempo prende il tempo dà…
noi corriamo sempre in una direzione, ma qual sia e che senso abbia chi lo sa…
restano i sogni senza tempo, le impressioni di un momento,
le luci nel buio di case intraviste da un treno:
siamo qualcosa che non resta, frasi vuote nella testa e il cuore di simboli pieno…

Annunci

  1. http://coldfusion.sys-con.com/node/41753?feedback_comment=I+enjoy+looking+through+an+article+that+can+make+ men+and+women+think.+Also,+many+thanks+for+permitting+me+to+comment! Also+visit+my+web+page:+[url=http://dentalhappiness.weebly.com]advanced+dental

    Hey there I am so grateful I found your site, I really
    found you by mistake, while I was searching on Google for something else, Anyhow I am here now and would
    just like to say thanks for a remarkable post
    and a all round thrilling blog (I also love the theme/design),
    I don’t have time to go through it all at the minute but I have saved it and also included your RSS feeds, so when I have time I will be back to read a great deal more, Please do keep up the excellent job.

  2. Enrico

    Ciao! ho visto il tuo blog su facebook, tramite la pagina di guccini.. promette benissimo! complimenti per questa “piccola rubrica” canzoni da vivere.. la seguirò sicuramente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...